Mostre e artisti fra Milano e Chiasso

18 Giugno 2020


La puntata di Artbox in onda giovedì 18 giugno si apre con la mostra dedicata a Mimmo Rotella alla Galleria Tega, nel centro di Milano. Alle pareti una trentina di lavori di due periodi diversi: quelli più materici del momento informale e quelli legati al cinema, alla pubblicità, vicini alla Pop Art. Una mostra pensata a lungo che nasce dalla assidua relazione tra l’artista e la galleria. Le due sorelle galleriste, un mestiere che è una tradizione di famiglia, hanno frequentato Mimmo Rotella. Lo conoscevano già da bambine. Rotella è contestualizzato in un periodo storico, in relazione con gli altri autori del suo tempo, italiani e stranieri.

Ci spostiamo poi nello studio di Alice Cattaneo, sempre a Milano. L’artista ci arriva in bicicletta. Non lo frequentava da tempo per effetto dell’emergenza sanitaria. Cosa significano pandemia e lockdown per la sua scultura che rappresenta paesaggi mentali, fatta di linee che segnano confini, orizzontali e verticali? Sicuramente il tempo sospeso, in casa, le è servito per costruirsi un percorso e vedere le relazioni tra i suoi lavori, intesi dall’artista come costellazioni.

Andiamo poi a Chiasso, al m.a.x. museo, che riapre con la mostra Alberto Giacometti (1901-1966), Grafica al confine fra arte e pensiero. Non c’è stata solo la scultura nella vita di Alberto Giacometti, ma anche un’intensa produzione grafica che la mostra al m.a.x. ripercorre in una visione d’insieme. Xilografie, litografie, disegni, acqueforti: studi che mettono a nudo la ricerca dell’essenza dell’uomo e delle cose.

Un lavoro continuo, diviso tra l’atelier di Parigi, la città in cui si forma nella prima metà del secolo scorso, a contatto con i grandi protagonisti dell’epoca, e l’atelier di Stampa, in Svizzera, luogo natale che non smetterà mai di frequentare.

Infine, seguiamo Carlo Valsecchi mentre fotografa gli spazi, li smonta, li fa cantare. Ci riceve nella casa studio milanese dove ha passato il periodo di quarantena con il figlio. Ma l’isolamento non sembra averlo turbato: a breve pubblicherà un libro fotografico sul futuro, mentre lavora a un altro sulla memoria.