L’arte di Agostino Bonalumi

17 Settembre 2018


L’epopea artistica di Agostino Bonalumi è al centro del documentario in onda martedì 18 settembre su Sky Arte, nel quinto anniversario della sua scomparsa. Un viaggio nel solco di una carriera all’insegna della sperimentazione e di un contesto sociale e culturale dominato dalle istanze degli anni Sessanta, epoca in cui Bonalumi diede il via alla propria carriera. Agostino Bonalumi ‒ Le forme dello spazio cala il pubblico nella Milano del boom economico, ma anche di Brera, Lucio Fontana e Piero Manzoni, che avevano eletto il bar Giamaica a luogo di ritrovo per eccellenza.

Il cuore pulsante della pellicola è l’ultima intervista a Bonalumi, realizzata pochi mesi prima della morte, nel 2013, preziosa testimonianza della sua poetica. Alle parole dell’artista si sommano quelle di amici, familiari e colleghi che l’hanno conosciuto e frequentato, accompagnandolo nel suo percorso: i figli Fabrizio e Pier Enrico Bonalumi, Arturo Schwarz, Davide Mazzoleni, Fernanda Bonino, Nanni Balestrini, Gillo Dorfles, Tommaso Trini, Luca Massimo Barbero, Luciano Caramel, il fotografo Uliano Lucas, l’amica Franca Scheggi, il collezionista Gabriele Oriali. Completa il mosaico un ricco apparato audiovisivo e documentario che affonda le radici nell’Archivio Bonalumi.