Il giallo di Roman Polanski

19 Dicembre 2016


Le vite degli artisti si intrecciano con quelle delle loro opere, con i personaggi che raffigurano e con gli avvenimenti vicende cui danno voce, somigliando spesso a trame oscure di libri noir. Su Sky Arte HD prende forma la terza stagione di Muse Inquietanti, la serie condotta da Carlo Lucarelli e incentrata sui segreti nascosti dell’arte. Un viaggio tra le misteriose vicende di pittori, critici, modelle, scultori e – novità della stagione – anche di musicisti, scrittori, registi, attori.

Dopo i due episodi inaugurali, la puntata in onda lunedì 19 dicembre racchiude nel titolo, Roman Polanski – Una vita maledetta, le premesse di una storia a tinte cupe. Il 9 agosto 1969 un gruppo di sconosciuti si introduce nella villa del ricco quartiere di Cielo Drive, a Los Angeles, dove vivono Roman Polanski e Sharon Tate, attrice e moglie del regista. Quella sera Polanski non c’è, impegnato a promuovere il suo ultimo film, Rosemary’s Baby, in Europa. In casa ci sono solo la moglie Sharon e quattro amici, che, uno dopo l’altro, vengono barbaramente uccisi a colpi di pistola e coltellate. L’ultima a morire, dopo aver visto uccidere i suoi amici, è proprio Sharon Tate, incinta di otto mesi.

Le indagini sul massacro portano a una setta satanista, chiamata The Family e formata quasi interamente da donne, che venera come leader un criminale, Charles Manson. Un cantante fallito, in cerca di riscatto attraverso la vendetta. In quella villa di Los Angeles guidò lui stesso la spedizione per uccidere Terry Melcher, un produttore discografico che gli aveva rifiutato un contratto e al quale era intestata la villa di Polanski.

Commentate sui social network la speciale serata attraverso l’hashtag #MuseInquietanti.