Da Georges de la Tour a Cesare Colombo

17 Marzo 2020


La puntata di Artbox in onda su Sky Arte giovedì 19 marzo si apre al Palazzo Reale di Milano, che ospita la prima importante mostra monografica a poco più di un secolo dalla riscoperta di uno dei più amati pittori francesi del XVII secolo, un maestro della luce e un caposcuola del tema notturno: Georges de La Tour, il “Caravaggio della Lorena”.

Ci spostiamo poi a Piacenza, alla scoperta di oltre 150 opere provenienti da 18 tra le più importanti collezioni d’arte italiane con nomi di grande richiamo, da Maurizio Cattelan a Marina Abramović, da Andy Warhol a Damien Hirst. La rivoluzione siamo noi è la prima mostra dedicata alla figura del collezionista in Italia e sottolinea l’importanza di una figura che, ormai, è uscita dalla torre d’avorio e svolge sempre di più un ruolo sociale da mecenate del terzo millennio. Con l’occasione della mostra, Piacenza inaugura anche la riapertura dell’ex palazzo dell’Enel, interamente ristrutturato, da oggi sede di XNL Piacenza Contemporanea.

In chiusura seguiamo le vicende di Cesare Colombo, per il quale la fotografia non è evasione, ma uno strumento di impegno civile. Un modo per immergersi nella storia da testimone critico. È così che ha raccontato i mille volti di Milano dagli anni Cinquanta fino ai nostri giorni: nei suoi scatti rivivono gli anni del boom economico, del lavoro in fabbrica, delle lotte operaie e del ’68 studentesco. Ma anche la Milano dei grandi eventi, delle fiere, del design e della moda. Scomparso nel 2016, Colombo è stato uno dei fotografi più rappresentativi del secolo scorso. Ha messo a nudo l”umano’ in tutti gli ambiti della quotidianità. Milano, città dove è nato nel 1935, gli rende omaggio con una mostra al Castello Sforzesco che espone più di cento sue fotografie.

La recensione stavolta è affidata a Gabi Scardi, che ci parlerà di Yona Friedman. Sculpting the void, la mostra allestita presso le gallerie Massimo Minini di Brescia e Francesca Minini di Milano.