Zuccheri, croce e delizia

1 Dicembre 2016


Demonizzato da qualsiasi regime dietetico, lo zucchero è uno degli alimenti più controversi, presente nell’80% dei cibi confezionati. Ma cosa succede al nostro corpo se ci fidiamo di prodotti in apparenza sani, definiti a basso contenuto o persino senza zuccheri?

In Zucchero! – That Sugar Film, la pellicola in onda venerdì 2 dicembre su Sky Arte HD, l’attore e regista australiano Damon Gameau ha fatto un esperimento unico nel suo genere: documentare il passaggio da un’alimentazione attenta ed equilibrata a una dieta ipercalorica, con un alto contenuto di zuccheri. L’aspetto curioso è che, per cimentarsi nell’impresa, Gameau si è nutrito di cibi considerati “sani”, ma che in realtà sono ricchi di zuccheri nascosti, come yogurt magro, succhi di frutta, cereali e barrette di muesli, verdure in scatola…

Tutte queste abitudini alimentari, ormai molto diffuse, corrispondono però a circa quaranta cucchiaini da tè di zucchero al giorno! Pur disposto ad affrontare l’esperimento con serenità, dopo due mesi l’attore si è ritrovato con un ingrossamento del fegato, stanchezza cronica, problemi di sonno e di concentrazione, sintomi di depressione, un principio di obesità e incombenti rischi di diabete… Insomma, se lo zucchero non può essere considerato il male, si vive meglio facendone un uso moderato.