Arte e pubblicità

1 maggio 2019


L’arte è la più grande forma di pubblicità da sempre; si è sempre sviluppata al servizio di qualcosa, sia esso una religione o un potere politico. L’universo figurativo era costituito dai dipinti delle chiese oppure dall’immagine in pompa magna di re e regine: insomma l’arte comunicava. Quando poi la nostra vita è diventata un consumo, il capitalismo è diventato artista.

Attorno a queste tematiche si sviluppa Quando l’arte si fa Spot, l’episodio di Dago in the Sky in onda giovedì 2 maggio su Sky Arte, la serie “fuori canone” che guarda alle estetiche di internet e dei new media come emblema dell’ibridazione comunicativa dell’epoca presente.

Stavolta saranno Mario Bartezzaghi, Luca Beatrice e Pablo Echaurren a discutere con Dago degli argomenti della puntata.

Commentate sui social network la speciale serata attraverso l’hashtag #DagoInTheSky.


Se clicchi OK acconsenti all'uso da parte di Sky dei cookie tecnici, analitici, di profilazione di prima e terza parte, che sono usati per capire i contenuti che ti interessano e inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più sui cookie e decidere se acconsentire oppure no a tutti o ad alcuni cookie, leggi qui la nostra Cookie Policy. Per leggere l'Informativa Privacy clicca qui

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close