La gemella fantasma di Philip K. Dick

28 Febbraio 2020


Philip K. Dick, la cui opera visionaria ha ispirato Blade Runner e altri capolavori immortali della fantascienza distopica, ha avuto una vita molto travagliata. Cinque mogli, tre figli, una mente divisa tra lampi di genio e sprazzi di follia, un rapporto molto stretto con le droghe allucinogene ‒ soprattutto nell’ultimo periodo della sua vita.

C’è una presenza, un’ombra, che lo accompagna per tutta la vita e influenza il suo lavoro. È quella della sorella gemella Jane. Nata prematuramente insieme a Philip il 16 dicembre 1928, Jane muore il 26 gennaio 1929, a poco meno di sei settimane dalla nascita. Viene sepolta dai genitori a Fort Morgan, in Colorado, in una tomba sulla cui lapide i genitori fanno incidere anche una targa vuota, uno spazio per accogliere il nome di Philip al momento della sua morte.

Lo scrittore sa che, su quelle colline del Colorado, c’è un posto che attende proprio lui e questa consapevolezza lo segna profondamente. Da quel momento sente di esistere solo a metà, come se una parte di lui fosse morta e sepolta. La storia privata di uno degli autori più celebri del secolo scorso sarà protagonista dell’episodio della serie Inseparabili, intitolato La gemella fantasma di Philip K. Dick, in onda su Sky Arte lunedì 2 marzo.