Una serata in memoria di Pasolini

2 Novembre 2020

In un futuro aprile

Il 14 settembre 1975 Pier Paolo Pasolini gioca la sua ultima partita di calcio prima di morire. Lo fa a San Benedetto del Tronto, dove l’amico Ninetto Davoli soggiorna dopo aver girato il film Il vizio ha le calze nere. Il documentario in onda su Sky Arte lunedì 2 novembre, a 45 anni dalla morte di Pasolini, parte dalla meticolosa ricerca del filologo Francesco Anzivino e ripercorre quella partita tra vecchie glorie della Sambenedettese e Nazionale Artisti.

Una storia che si dipana tra sosia di Yul Brynner, lungomare cementificati, nuclei armati delle Brigate Rosse e un senso di sconfitta che aleggia sul principale protagonista di quella partita, sulla città che lo ospita e sulla nazione intera.

L’ultima partita di Pasolini prende le mosse dalla partita di calcio per raccontare un periodo storico chiave per l’Italia intera, con le sue contraddizioni e le sue tragedie, e per raccontare un aspetto del poeta e regista friulano apparentemente frivolo e giocoso, ma che permette anche di conoscere da vicino un grande intellettuale italiano.

A seguire la pellicola In un futuro aprile offrirà al pubblico un viaggio negli anni giovanili di Pier Paolo Pasolini, attraverso la voce di suo cugino, lo scrittore e poeta Nico Naldini.
Il documentario è, prima di tutto, un viaggio. È la storia del giovane Pier Paolo Pasolini, il Pasolini friulano. Durante gli anni Quaranta Pasolini vive a Casarsa, nel paese di sua madre. In quel periodo scopre il paesaggio friulano, la lingua e le tradizioni del mondo contadino e sperimenta le prime avventure amorose con alcuni giovani del posto. Il contatto con questa realtà lo porta anche all’impegno politico nel Partito Comunista e all’esperienza dell’insegnamento scolastico.

La vita di Pier Paolo scorre attraverso la voce di Nico, svelando due percorsi di vita inevitabilmente connessi. Entrambi, in quel momento, assorbono la violenza estetica ed erotica di un mondo sconosciuto, che si svela nella sua cruda realtà: un universo che influenzerà tutta la successiva opera pasoliniana.