Il design va in mostra sull’Arno

20 Luglio 2016


Se i ponti sono generalmente fatti per essere attraversati, The Bridge of Love ha avuto ben altra funzione sin dal suo concept: l’inedito collegamento tra le rive dell’Arno a Firenze si è proposto a cittadini e visitatori – i tanti della 90esima edizione di Pitti Immagine Uomo – come un “luogo dove stare”, per dirla con le parole del suo progettista, l’architetto Claudio Nardi.

A metà giugno, per un’intera settimana, il fiume e l’acqua sono stati infatti protagonisti di una mostra, Design on Water, allestita proprio all’interno dei “cubi”, le strutture a zattera che costituivano il ponte provvisorio. È all’interno di questa collettiva che Sky Arte HD ci riporta, mercoledì 20 luglio, con lo speciale Design on water – Un ponte tra luce e acqua a Firenze. Curata da Luisa Via Roma e sostenuta proprio dal canale Sky dedicato all’arte, la mostra ha riunito all’interno dei “saloni galleggianti” un nutrito gruppo di designer, artisti e gallerie.

Con le rispettive tecniche espressive e sensibilità, Alessio Sarri, Bitossi, CTRLZAK, Daniele Papuli, Dilmos, Fiori di Latta, JCP, Lisa E. Harris, Magis, Marcantonio Raimondi Malerba, Matteo Cibic, Opinion Ciatti, Secondome Gallery e Stefano Marolla hanno proposto al pubblico oggetti e interpretazioni dell’elemento naturale su cui erano “ospitati”: l’acqua, appunto, intesa nella sua accezione distruttrice ma anche come forza rigenerante.

L’esposizione è coincisa infatti con il cinquantesimo anniversario dell’alluvione che sommerse Firenze – era il 1966 –, ma ha portato all’attenzione degli spettatori un’altra tematica sociale, la crisi dei rifugiati; i proventi della serata inaugurale sono stati devoluti a favore di UNHCR e del progetto Lifeline Jordan, esemplificando in un gesto concreto il senso di speranza e nuova vita che, comunemente, si associa all’acqua.