Egitto, declino e rinascita

19 Settembre 2016


La civiltà degli antichi Egizi racchiude innumerevoli aspetti e vicende, che molto hanno a che fare con la politica, il potere, la religione e la morte, non solo con le piramidi, il lusso e la ricchezza. Stirpe leggendaria, la protagonista della miniserie a puntate I Tesori dell’Antico Egitto ha saputo catalizzare su di sé l’attenzione di intere generazioni di studiosi.

Uno di questi è il critico d’arte Alastair Sooke che, durante la terza e ultima puntata dal titolo Un nuovo inizio, in onda martedì 20 settembre su Sky Arte HD, ci guiderà alla scoperta di un popolo millenario, caratterizzato da rituali e manufatti entrati nella Storia.

L’episodio racconterà il declino della civiltà egizia da un punto di vista affascinante. Nonostante le vicissitudini politiche, la fine del dominio egiziano fu caratterizzata da una grande vitalità artistica, complice l’influenza dei popoli invasori, dai Nubiani ad Alessandro Magno. Un’arte ibrida e vivace, che non smette di riecheggiare nel presente.