Andy Warhol e New York

21 Gennaio 2019


Le icone di Andy Warhol, esplicitate attraverso serigrafie e multipli, hanno segnato in modo indelebile l’estetica contemporanea, cambiando il corso della storia dell’arte recente. A testimoniarlo, una volta di più, è la mostra Warhol & Friends. New York negli anni ‘80, in corso a Bologna, negli ambienti di Palazzo Albergati, protagonista del focus Exhibition in onda lunedì 21 gennaio su Sky Arte.

36 opere e 38 polaroid evocano le tappe fondamentali della carriera di Warhol fino agli ultimi cicli degli Anni Ottanta, un decennio in cui l’artista divenne il guru di una giovane generazione creativa, popolata da Jean-Michel Basquiat, Keith Haring, Jeff Koons, Julian Schnabel, destinati a diventare le nuove stelle dell’arte newyorkese.

Il curatore Luca Beatrice descrive Andy Warhol come un trendsetter ante litteram, e alla sua voce si sommano quelle degli amici dell’artista, assidui frequentatori della sua Factory: la scrittrice Delfina Rattazzi, figlia di Susanna Agnelli, che girò un documentario su di lui negli anni Settanta, il fotografo Oliviero Toscani, la cantautrice Patti Smith e, in un’intervista di repertorio, lo stilista Elio Fiorucci, scomparso nel 2015. Sarà Lella Costa, invece, a tenere le redini dell’intera narrazione.