La fotografia è giovane. A Modena

21 Marzo 2016


Torna l’appuntamento con il Premio Internazionale per la Fotografia, la nuova produzione originale Sky Arte HD, che, nella terza puntata inedita in onda stasera, svelerà i dietro le quinte dell’altro tassello della competizione: il Premio Fotografia Italiana Under40.

Promosso dalla Fondazione Fotografia Modena, in collaborazione con Sky Arte HD e con il sostegno di Unicredit, l’importante riconoscimento è stato assegnato all’aostano Alessio Zemoz, interessato, come il collega Santu Mofokeng, vincitore del riconoscimento internazionale, al tema dell’identità.

La medesima giuria del premio assegnato al fotografo sudafricano – composta da Filippo Maggia, direttore di Fondazione Fotografia Modena, Christine Frisinghelli, fondatrice di Camera Austria, Shinji Kohmoto, fondatore del Parasophia Festival Kyoto, Simon Njami, co-fondatore di Revue Noir e Thyago Nogueira, capo dipartimento di Fotografia Instituto Moreira Salles, Brasile – ha individuato in Zemoz il vincitore, scegliendo il suo progetto fra altri dieci.

Il premio, conferito ogni due anni, consiste in 12.000 euro sotto forma di acquisto di opere e in una mostra, attualmente allestita negli spazi del Foro Boario di Modena. L’intenso progetto messo a punto da Zemoz, Lo Vaco / Il Vuoto, offre un’indagine sui paesaggi abbandonati della sua terra d’origine, tra documentazione e rievocazione.

[Immagine in apertura: Alessio Zemoz, Lo Vaco / Il Vuoto, 2012-2014, immagine dalla serie, dittici e trittici, 50×40 cm ciascuna fotografia, stampa inkjet, courtesy l’artista]