Essere Bill Murray

21 Settembre 2020

Bill Murray

Attore capace di spaziare con incredibile disinvoltura dal genere drammatico a quello comico, Bill Murray è il protagonista del documentario che Sky Arte propone lunedì 21 settembre, nel giorno del suo settantesimo compleanno.

La pellicola, intitolata Essere Bill Murray e diretta da Stéphane Benhamou, evoca i momenti chiave dell’esistenza dell’artista attraverso documenti d’archivio e preziose testimonianze, approfondendone le passioni e guidando gli spettatori alla scoperta dei luoghi che ne hanno segnato il percorso. Da Wilmette, la piccola città dell’Illinois dove è cresciuto, a New York, dove si è affermato al Saturday Night Live; da Chicago, dove ha fatto il suo debutto, a Parigi, che lo ha affascinato, a Los Angeles, che mal sopporta.

Nome di punta del cabaret più sovversivo negli Anni Settanta, Murray ha ottenuto un successo eccezionale in commedie cult come Ghostbuster – Acchiappafantasmi del 1984, ma ha conquistato il favore di pubblico e critica anche in ruoli drammatici: ne è un esempio la sua interpretazione in Lost in Translation, il film diretto da Sofia Coppola, che gli è valsa un Golden Globe come miglior attore in un film commedia e una nomination all’Oscar come miglior attore protagonista. Il docufilm racconta anche il lungo sodalizio artistico con il regista Wes Anderson: Murray è infatti presente in alcuni suoi film sia in veste di attore che di doppiatore.

Anche Sky Cinema Comedy renderà omaggio all’attore con una selezione di cinque film che lo vedono protagonista dal titolo Buon compleanno Bill Murray, in onda dalle 15:40. Si comincia con la commedia con Naomi Watts e Melissa McCarthy St. Vincent; a seguire sarà la volta della commedia prodotta da Martin Scorsese Lo sbirro, il boss e la bionda con Robert De Niro e Uma Thurman; poi spazio alla “zombie-comedy” diretta da Jim Jarmusch I morti non muoiono, con Adam Driver e Tilda Swinton. Infine, a partire dalle ore 21:00, andranno in onda Ghostbusters – Acchiappafantasmi e Ghostbusters II in cui Murray è affiancato da Dan Aykroyd e Harold Ramis. Tutti i titoli sono disponibili anche on demand, insieme ad altri film come Monuments Men, diretto da George Clooney, e lo stesso documentario Essere Bill Murray.