La letteratura fra terra e mare

22 Dicembre 2015


Doppio appuntamento con gli ultimi episodi di BookLovers – il format di Sky Arte HD che ogni settimana va alla scoperta di un genere narrativo sempre diverso, calandolo nelle atmosfere di una città affine. Le tappe finali di questo viaggio letterario, in onda stasera in prima visione, ci condurranno nel cuore di due straordinari centri urbani, fra l’entroterra e il mare, sfondo ideale per un’accoppiata di generi altrettanto appassionanti.

Raffinata e gaudente, Parma è una vera e propria perla custodita dal territorio emiliano. Forte di una lunga tradizione artistica – che vede trionfare i lussureggianti affreschi del Correggio – e di una cultura gastronomica senza pari, la cittadina che diede i natali all’irriverente Giovannino Guareschi, l’inventore di Don Camillo, è la cornice perfetta per indagare il mordace linguaggio della satira. Genere letterario trasversale e antico, l’approccio satirico affonda le radici addirittura nella classicità, trovando nel poeta romano Marziale uno dei suoi sostenitori più convinti. Da sempre allergica a regole ed etichette, la satira rappresenta l’esigenza di rompere gli schemi e di puntare uno sguardo lucido sulla società e sulla politica. Forse con meno entusiasmo rispetto al passato, la satira contemporanea non smette di sfornare personalità capaci di lasciare il segno. Nella puntata in onda stasera, Giorgio Porrà ci farà conoscere Francesco Bonami, curatore di fama internazionale e penna al vetriolo del mondo dell’arte, e Carla Signoris, attrice brillante e fine scrittrice di satira di costume.

Dalla terra al mare il passo è breve se la destinazione è Genova. Tra i labirintici “caruggi” e la bellezza mozzafiato delle sue architetture, il capoluogo ligure sembra racchiudere una gamma di sfumature senza fine, simile al variegato mosaico di esperienze e fatti che compongono una vita. Quale contesto migliore, quindi, in cui ambientare la storia del romanzo biografico? Genere tra i più apprezzati, la biografia trova la sua naturale declinazione nel racconto autobiografico, scelto dagli scrittori per mettere nero su bianco la propria esistenza, traendone sollievo. Da Le confessioni di Sant’Agostino all’opera di Charles Dickens – che soggiornò a Genova per due anni – fino al recente lavoro letterario di Michele Mari, la biografia è uno strumento in grado di diminuire la distanza tra lo scrittore e il pubblico. Due ospiti d’eccezione ci accompagneranno alla scoperta di un genere tanto affascinante: il famoso regista Pupi Avati – autore di una gustosa autobiografia e del romanzo semi-biografico Il ragazzo in soffitta – e la cantante Paola Turci, autrice della coinvolgente autobiografia Mi amerò lo stesso.

Commentate sui social network la speciale serata attraverso l’hashtag #BookLovers.