Relazioni pericolose, tra politica e arte

22 Luglio 2016

Marilyn Monroe

Hanno tenuto con il fiato sospeso intere generazioni, stupendo il mondo con le loro gesta politiche, cinematografiche e artistiche. Stiamo parlando dei protagonisti di Relazioni pericolose, la serata in onda domenica 24 luglio su Sky Arte HD.

La saggezza popolare insegna che dietro a ogni grande uomo c’è il sostegno e il supporto di una grande donna. Guardando a una delle più importanti dinastie della storia americana il detto si aggiorna: dietro a ogni grande uomo ci sono almeno un paio di grandi donne. Una di queste è la sua tata. I Kennedy – Storia di una famiglia racconta le vicende più intime di uomini che hanno fatto la Storia, ascoltando la voce delle donne che li hanno cresciuti. In casa vengono vezzosamente chiamate mademoiselles: le bambinaie dei piccoli Kennedy sono testimoni di alcuni tra i fatti più importanti del XX secolo.

Sarà poi la volta di Marilyn Monroe, Last Session – eccezionale documentario basato sugli appunti dello psichiatra presso cui la diva era in cura pochi mesi prima della sua drammatica fine. Dal taccuino di Ralph Greenson emergono dettagli importantissimi per ricostruire la delicata sensibilità dell’attrice e il suo rapporto con alcune delle figure chiave della sua vita: da John Huston a Truman Capote, fino ad Arthur Miller e ai fratelli Kennedy.

La serata si concluderà con una “relazione pericolosa” per eccellenza, quella fra Maria Callas e Aristotele Onassis, al centro dell’episodio di Artists in Love. Anime di una coppia inquieta e appassionata, la Divina Callas e l’armatore greco milionario si incontrarono a Venezia, a bordo dello yacht di Onassis e da allora le esistenze di entrambi non furono più le stesse. Nel 1959, all’apice della fama come soprano, la Callas pose fine al matrimonio con Meneghini, iniziando una burrascosa relazione con l’armatore, che contribuì a mettere a repentaglio una carriera sfolgorante. Passionale e distruttivo, il rapporto fra i due minò la qualità delle esibizioni canore della Callas. Quando Onassis decise di lasciarla – preferendole Jacqueline Kennedy, vedova del Presidente degli Stati Uniti d’America – il declino fu inesorabile. Ritiratasi dalle scene, Maria Callas morì il 16 settembre 1977, a 53 anni, dopo una vita di successi fulminei e passioni turbolente.

Commentate sui social network la speciale serata attraverso l’hashtag #RelazioniPericolose.