Giovani artisti alla Collezione Maramotti

24 Aprile 2019


Il presente si fa Storia, l’opera di artisti contemporanei ‒ molti dei quali giovani ‒ viene elevata alla dimensione permanente. È quanto accade attraverso Rehang, allestimento con il quale la Collezione Maramotti di Reggio Emilia accoglie in via definitiva i lavori di dieci dei circa trenta artisti che hanno esposto nei suoi spazi dall’apertura, nel 2007, fino a oggi e che sono protagonisti del documentario in onda su Sky Arte giovedì 25 aprile.

Accanto a un vastissimo fondo di opere che attraversano tutto il Novecento ‒ dagli anni Quaranta dell’Informale passando per Pop Art, Arte Povera e Transavanguardia, e con nomi che vanno da Basquiat a Kiefer a Palladino ‒ i dieci esponenti della nuova generazione artistica hanno trovato ognuno una sala per sé, e ci conducono alla scoperta della creatività del Terzo Millennio.

Installazioni spettacolari ‒ come la giungla di cavi e microcircuiti di Krištof Kintera o la rievocazione dello sciamanesimo siberiano di Evgeny Antufiev ‒ si alternano alla pittura, medium prediletto dai committenti. Dall’iperrealismo di Alessandra Ariatti al misterioso mix di figurativo e astratto di Jules de Balincourt e dei gemelli Tobias fino alle architetture dipinte di Enoc Perez, Rehang segnala un significativo ritorno alla tela da parte delle nuove leve dell’arte.