La scrittura a colori di Vincent Van Gogh

24 Dicembre 2015


É uno dei pittori più acclamati nel panorama artistico internazionale, eppure l’esistenza di Vincent Van Gogh non conobbe la fama che certamente avrebbe meritato. Anima sensibile e tormentata, Van Gogh alternò fasi di grande entusiasmo creativo a momenti di profonda instabilità, che lo condussero al tragico, e ben noto, suicidio.

Consacrato a un successo esclusivamente postumo, il pittore olandese scomparso a soli trentasette anni sarà protagonista dell’emozionante Van Gogh Night in onda domani sera su Sky Arte HD. Van Gogh – Lettere dalla follia, il docu-film in prima visione diretto da Andrew Hutton, ci condurrà in un viaggio imperdibile tra le pieghe di una mente geniale, dominata però da ossessioni e paure insormontabili.

Grazie alla magistrale interpretazione di Benedict Cumberbatch, che vestirà i panni dell’artista, ripercorreremo le tappe di una vita segnata da uno straordinario talento e da una altrettanto intensa inquietudine. L’intera trama prenderà le mosse da una preziosissima documentazione: la raccolta delle oltre novecento lettere scritte da Van Gogh al fratello Theo nell’arco di diciotto anni, a partire dal 1872. La fitta corrispondenza racconterà nel dettaglio le esperienze vissute da Van Gogh e le sue riflessioni, regalandoci una testimonianza in presa diretta.

Insieme a Cumberbatch e a Jamie Parker, che presterà il volto al giovane fratello Theo, seguiremo gli spostamenti di Van Gogh tra l’Olanda, il Belgio, l’Inghilterra e la Francia, scopriremo la sua inflessibile disciplina religiosa, la sua vocazione artistica e l’evoluzione della sua celeberrima tecnica pittorica, fino ad addentrarci nei meandri dell’instabilità mentale negli anni che precedettero il suicidio. Dando voce alle inestimabili lettere, il film offrirà il ritratto fedele e unico di un talento sopra le righe.

Commentate sui social network la speciale serata attraverso l’hashtag #VanGoghNight.