Destinazione museo, nel cuore dell’arte

22 Febbraio 2016


Nuovo appuntamento con Una Notte al Museo, lo speciale viaggio tra le più importanti sedi museali del pianeta. Gli episodi in onda giovedì 25 febbraio ci guideranno dall’Italia all’Egitto, passando per la Spagna, nel cuore di alcune capitali dal fascino senza tempo, alla scoperta dei tesori artistici e dei misteri racchiusi nei loro musei.

Il viaggio prenderà il via dalla Galleria degli Uffizi, l’incredibile sede museale fiorentina conosciuta in tutto il mondo. Frequentata ogni anno da un milione e mezzo di visitatori, gli Uffizi sono uno dei musei d’arte più antichi dell’Occidente, custode di un’inestimabile collezione di pittura e scultura rinascimentali. Varcata la soglia dello strabiliante palazzo, analizzeremo la famosa congiura ai danni di Lorenzo de’ Medici – grande mecenate dell’epoca – per scoprirne i retroscena. Dopo aver riscoperto un’arte marziale a lungo dimenticata, raggiungeremo la cripta alla ricerca dei resti di un noto artista. Verremo infine a conoscenza di cosa accadde a Firenze durante gli ultimi giorni del secondo conflitto mondiale, quando il destino degli Uffizi era appeso a un filo.

Con un veloce spostamento in Spagna raggiungeremo il Palazzo Reale di Madrid. L’avvincente approfondimento ci accompagnerà tra le sale del famoso edificio, al contempo museo e dimora della famiglia reale spagnola. Custode di armature, opere d’arte e tesori un tempo appartenuti ai sovrani iberici, il sontuoso Palazzo conserva capolavori e leggende senza tempo. Conosceremo il prezioso elemento che ha regalato alla Spagna tutta la sua gloria e la sua potenza e scopriremo il segreto di un valoroso spadaccino, capace di sbaragliare ben diciassette concorrenti. Esamineremo poi gli ingranaggi di un orologio ritenuto magico e faremo la conoscenza di un moderno sovrano spagnolo, che, grazie alla propria astuzia, ebbe la meglio su un dittatore fascista.

La nottata si concluderà tra le sale del Museo Egizio del Cairo. A dispetto delle dimensioni piuttosto contenute, l’istituzione custodisce oltre centomila testimonianze dell’antichissima civiltà sviluppatasi lungo il corso del Nilo. Insieme all’egittologo Nigel Strudwick, cercheremo di far luce su uno degli arcani finora rimasti tali: l’inusuale sepoltura di Ramses II. Faraone tra i più importanti per le sorti dell’Antico Egitto, egli riposa tuttora in un semplice sarcofago di legno. Nonostante la convinzione degli archeologi di trovare Ramses II in una tomba ricolma di gemme e metalli preziosi, all’inizio dell’Ottocento l’apertura della sua camera mortuaria rivelò un’amara delusione: oltre al sovrano, non custodiva nulla. Chi ha rubato il tesoro del faraone? Strudwick ci accompagnerà alla ricerca della risposta.

Commentate sui social network la serata tematica utilizzando l’hashtag #UnaNotteAlMuseo.