Chet Baker, tra successo e distruzione

26 Dicembre 2016


Le vite degli artisti, e quelle delle loro opere, somigliano spesso a trame oscure di libri noir. Su Sky Arte HD prosegue la terza serie di Muse Inquietanti, condotta da Carlo Lucarelli e incentrata sui segreti nascosti dell’arte. Un viaggio tra le misteriose vicende di pittori, critici, modelle, scultori e – novità della stagione – anche di musicisti, scrittori, registi, attori.

La puntata in onda lunedì 26 dicembre, farà luce sulla storia di Chet Baker – Un uomo in fuga. Il 13 maggio 1988, alle 3 di notte, Chet Baker cade da una finestra del secondo piano di un albergo di Amsterdam e muore. Era sotto effetto di droghe oppure fu indotto a buttarsi dall’ennesimo spacciatore verso il quale era in debito? Fu suicidio, oppure fu spinto, già morto, dal proprietario dell’albergo per nascondere un’overdose?

La sua morte venne classificata come incidente, l’ipotesi più probabile, ma il mistero resta. Un mistero dove è la droga a prendere il sopravvento, un po’ come in tutta l’esistenza del grande trombettista jazz. Una vita fatta di potenti contrasti tra luce e ombra, di incredibile successo e momenti di oblio. Una vita spesso definita “maledetta”, all’opposto della sua musica considerata “celestiale”. Un suono unico, che poco aveva a che fare con la tecnica e molto, invece, con l’intuito.

Commentate sui social network la speciale serata attraverso l’hashtag #MuseInquietanti.