Fra la Tuscia e il Brenta

25 Maggio 2016


Sarà una nuova serata all’insegna delle meraviglie italiane quella in onda giovedì 26 maggio su Sky Arte HD. Due imperdibili itinerari ci condurranno alla scoperta di luoghi mozzafiato e scorci segreti sparsi per il Belpaese, confermando la bellezza della geografia nostrana.

Il viaggio prenderà il via con un episodio di Sei in un Paese Meraviglioso. L’appuntamento è all’area di servizio di Tevere Est, al confine tra Lazio e Umbria. Dario Vergassola ci guiderà nella Tuscia settentrionale. Di Orvieto visiteremo il centro storico e l’imperdibile Duomo, per poi raggiungere la parte più alta della città, dove si trova il Pozzo di San Patrizio, ingegnosa opera architettonica progettata da Antonio da Sangallo il Giovane. Il nostro itinerario proseguirà nel regno dei Farnese, sulle sponde del lago di Bolsena. Qui visiteremo il borgo medievale che dà il nome al suggestivo specchio d’acqua e Gradoli, dove sorge un’altra opera di Sangallo, quel Palazzo Farnese che con le sue forme possenti svetta sul centro abitato. L’ultima tappa del viaggio ci porterà a Città della Pieve, in Val di Chiana, patria di Pietro Vannucci detto Il Perugino e dello zafferano, per un’ultima sosta all’insegna dell’arte pittorica e della tradizione gastronomica.

A seguire, la terza puntata della serie Italie Invisibili ci farà conoscere La Riviera del Brenta e le Ville Venete, in un percorso antico che unisce Padova e Venezia, popolato da palazzi e ville della Serenissima all’epoca in cui la nobiltà locale ripiegò verso la campagna, vista come un’importante risorsa all’indomani della scoperta dell’America, che aprì nuovi mercati marittimi. Allora i giardini e le ville lungo il Brenta diventarono un luogo dove esercitare l’otium e trarre guadagni dall’agricoltura. Saranno eminenti studiosi e i proprietari delle ville a raccontaci questi luoghi incantevoli. Visiteremo l’unica villa realizzata da Andrea Palladio sulla Riviera del Brenta, Villa Foscari, detta La Malcontenta. I migliori architetti del tempo, come Gerolamo Frigimelica e Francesco Maria Preti, invece, furono chiamati a progettare Villa Pisani e il suo labirinto, abbellita dagli affreschi dei paesaggisti Giambattista e Giandomenico Tiepolo. Villa Alessandri ospita un altro famoso ciclo di affreschi, tratti da Le Metamorfosi di Ovidio di Antonio Pellegrini, massimo esponente del Rococò nelle corti europee. I Tiepolo affrescarono anche la barchessa di Villa Valmarana Ai Nani, a Vicenza, rappresentando simbolicamente il passaggio storico scandito dalla Rivoluzione Francese. Sempre a Vicenza, infine, Andrea Palladio progettò una villa unica nel suo genere, Villa Capra La Rotonda, con un impianto centrale tondo.

Commentate sui social network la speciale serata attraverso gli hashtag #PaeseMeraviglioso e #ItalieInvisibili.