Bernardo Bertolucci, Parma e il cinema

23 Novembre 2020


A due anni esatti dalla sua scomparsa, Sky Arte rende omaggio a un indimenticabile talento registico italiano con il documentario Bernardo Bertolucci ‒ Parma è stata il cinema, in onda giovedì 26 novembre, creato in collaborazione con Parma 2020+21.

La pellicola approfondisce il complesso legame tra il cineasta e la sua città natale: un rapporto dalle molteplici sfumature, fatto di allontanamenti, ritorni e film entrati negli annali della settima arte. Attraverso alcune interviste di repertorio al grande regista e il contributo straordinario di Clare Peploe Bertolucci, Vittorio Storaro, Francesco Barilli e Michele Guerra, il documentario cerca di identificare il luogo e il momento in cui la scintilla del cinema si è accesa in lui per non spegnersi mai più.

Come sottolinea lo stesso Bertolucci, Parma rappresenta la città in cui “è naturale pensare e sognare di fare il cinema”, complice l’influenza del padre Attilio, celebre poeta e critico cinematografico della Gazzetta di Parma. Proprio in questa cornice nascono capolavori come Prima della Rivoluzione, interamente ambientato a Parma, mentre nella campagna cara al padre viene girato il colossal Novecento, con un importante cast internazionale.

Il risultato è una narrazione nella quale si mescolano ricordi e geografie, un racconto che spazia dall’Emilia al mondo, tra storia personale e memoria collettiva.