Il lato meno conosciuto di Gianni Rodari

26 Aprile 2021


C’era due volte Gianni Rodari è il titolo del documentario, in onda martedì 27 aprile, che affianca al Rodari più noto quello meno conosciuto: l’autore civile, schivo eppure autenticamente popolare, coltissimo ma mai complesso, spinto da una tensione morale che si è incarnata nel gioco, nel divertimento, nell’utopia e soprattutto nella fantasia.

Lo fa attraverso le parole dello stesso Rodari: lettere, articoli, diari, filastrocche lette dalla voce di Neri Marcoré all’interno di una scenografia interamente realizzata ricorrendo alla carta e con il contributo di ospiti che ne ricordano gli aspetti scolpiti nella memoria.

Ad arricchire la narrazione saranno le musiche di Rodrigo D’Erasmo e l’uso della grafica animata, capace di evocare la magia e la fantasia messe in moto dalle storie di Gianni Rodari: un modo delicato e prezioso di rendergli omaggio.