Una giornata per non dimenticare

26 gennaio 2017


In occasione della Giornata della Memoria, ricorrenza annuale in onore delle vittime dell’olocausto, venerdì 27 gennaio Sky Arte HD ricorda alcune delle grande voci legate a un doloroso capitolo della storia novecentesca.

Inaugurerà l’intensa serata Perché sono un genio! Lorenza Mazzetti, il documentario firmato da Steve Della Casa e Francesco Frisari e ispirato all’incredibile storia della sua protagonista. Attraverso le parole di Lorenza Mazzetti, la pellicola ripercorre le vicende della coraggiosa regista, adottata dalla famiglia Einstein, che verrà poi uccisa dalle SS davanti ai suoi occhi, e poi trasferitasi a Londra nei primi anni Cinquanta per dimenticare la tragedia. Povera e sola, non si perse d’animo ed entrò nella celebre Slade School of Fine Art, realizzando il suo primo film, K, dedicato a Kafka, e dando il via a una carriera eccezionale, che la portò a collaborare con mostri sacri del cinema come Zavattini e a scrivere capolavori come Il cielo cade.

A seguire, il toccante docu-film Il Diario di Anna Frank – La sorella segreta, ripercorrerà l’esistenza della sventurata Anna Frank attraverso il racconto – e l’operato – di Eva Schloss, la sua futura sorellastra. Diretto da Edward Cotterill, il lungometraggio farà luce sull’eccezionale rapporto che legò le due giovani, nonostante i tragici eventi storici, dimostrando tutto il valore del ricordo.

Un rapido salto geografico ci guiderà verso Francofonia – Il Louvre sotto occupazione il lungometraggio diretto dal regista russo Aleksandr Sokurov e ambientato nel celebre museo francese. Al centro del racconto, calato nel turbolento scenario della Seconda Guerra Mondiale, c’è la fortunata collaborazione tra due individui separati dall’appartenenza a schieramenti opposti, ma accomunati dalla volontà di salvaguardare la preziosa collezione del Louvre: Jacques Jaujard – conservatore in carica presso l’istituzione parigina nel momento in cui la Francia fu occupata dai nazisti – e il conte Franziskus Wolff-Metternich – l’uomo mandato da Berlino per ispezionare l’inestimabile raccolta di capolavori custodita dal museo francese.

In chiusura di serata Buffa Racconta – Arpad Weisz celebrerà il ricordo del grande allenatore di Inter e Bologna deportato e ucciso ad Auschwitz nel gennaio del 1944. Un’emozionante rilettura che trae origine dal libro Arpad Weisz, dallo Scudetto ad Auschwitz.

Commentate sui social network la speciale serata attraverso l’hashtag #GiornatadellaMemoria.