Il cinema di Howard Hawks e Sam Peckinpah

27 luglio 2020


Ideatore del film noir, artefice, insieme a John Ford, del grande western classico, autore di celeberrime commedie, nonché ispiratore dei primi film di guerra della storia cinematografica, Howard Hawks non si è mai legato a contratti con le major, portando così ai massimi vertici il cinema indipendente hollywoodiano.

Dopo anonime regie per film muti, con l’avvento del sonoro intraprende nuove strade: prima con il war-movie, basti pensare a La squadriglia dell’aurora, e poi con Codice penale, caposcuola del genere criminale e anticipatore del capolavoro Scarface. Passa con naturalezza dall’azione alla commedia, che diventa una costante per lunghi anni. Dopo una pausa, torna con Rio Bravo, uno dei migliori western di tutti i tempi, e anche il suo ultimo film, Rio Lobo, è interpretato ancora una volta da John Wayne.

Di tutt’altro registro l’approccio di Sam Peckinpah alla settima arte: sceneggiatore e regista candidato all’Oscar, Peckinpah ha firmato cult-movie come Il mucchio selvaggio, l’inquietante Cane di paglia, L’ultimo buscadero e il road-movie Convoy ‒ Trincea d’asfalto, conquistando un ruolo di tutto rispetto nel panorama cinematografico recente. Lui e Howard Hawks saranno i protagonisti dei due episodi della serie I maestri del cinema in onda su Sky Arte lunedì 27 luglio.


TAG >