La danza e l’eros

24 Maggio 2019


La danza, come disse il famoso drammaturgo irlandese George Bernard Shaw, “è l’espressione verticale di un desiderio orizzontale”. Il potere sessuale di un corpo che balla è carico di una forza provocatoria, scioccante e seducente, che a volte può scatenare forti dibattiti morali. Ciò che affascina Akram Khan, coreografo e presentatore della serie Dance – Perché balliamo, in onda su Sky Arte, con un nuovo episodio intitolato Eros, lunedì 27 maggio, è come la danza renda possibile la più intima delle conversazioni nel più pubblico dei contesti.

Il corpo umano può sedurre attraverso un ballo provocante ma anche con uno sguardo, una carezza, un movimento sinuoso dei fianchi, assecondando gli istinti più carnali che albergano dentro di noi. Danzare ci spinge verso i limiti di ciò che è lecito, e i balli più avvincenti sono occasione per esprimere liberamente la complessità della nostra sfera sessuale.
Dall’abbraccio sensuale di un tango argentino alla forza femminile della danza indiana del Bharatanatyam, Khan esplorerà le ragioni che inducono il corpo umano a danzare seguendo le regole della seduzione.

In questo episodio, scopriremo la carica erotica del tango grazie a un estratto di Milonga, la performance del coreografo belga Sidi Larbi Cherkaoui; sperimenteremo il piacere voyeuristico nei lavori del coreografo francese Olivier Dubois e del maestro del balletto olandese Hans Van Manen; saremo testimoni in India della sensualità del Bharatanatyam, ballo tradizionale reinterpretato dalla coreografa Padmini Chettur. Entreremo nello studio del coreografo italiano Enzo Cosimi per vedere come il corpo sia uno strumento erotico e di lussuria. Infine, la coreografa tedesca Sasha Waltz ci ammalierà con un’angosciante ricerca sul corpo e la sessualità.

Commentate sui social network la speciale serata attraverso l’hashtag #Whydowedance.


TAG >