Sulle note di Johnny Cash

27 Agosto 2019


Correva l’anno 1964 quando Johnny Cash pubblicò uno dei suoi album più intensi – Bitter Tears ‒, incentrato sulle tragiche vicende riguardanti i Pellerossa, popolazione indigena del Nord America costretta a subire una lunga serie di ingiustizie.

Il documentario We’re Still Here: Johnny Cash’s Bitter Tears, in onda su Sky Arte mercoledì 28 agosto, celebra non solo l’album del cantante scomparso nel 2003, ma anche il tributo di alcuni famosi artisti a uno dei dischi che hanno contribuito a scrivere un importante capitolo del genere country-folk.

Da Steve Earle a Kris Kristofferson fino a Emmylou Harris, sono molti i musicisti che hanno dato nuova voce ai brani scritti da Johnny Cash e Peter La Farge – cantautore attivamente schierato dalla parte dei nativi americani –, riportando l’attenzione su uno dei più spinosi capitoli della storia d’oltreoceano.