Arrivederci Saigon

26 Febbraio 2020


Presentato alla 75esima Mostra del Cinema di Venezia nella sezione non competitiva Sconfini, Arrivederci Saigon, diretto da Wilma Labate, in onda su Sky Arte venerdì 28 febbraio, narra l’incredibile storia delle Stars, la giovanissima band italiana che dalla provincia toscana fu mandata inaspettatamente in Vietnam a suonare nella base militare americana.

Viviana Tacchella, Rossella Canaccini, Daniela Santerini e Franca Deni sono quattro ragazze desiderose di abbandonare la provincia industriale in cui vivono per raggiungere il successo. È il ’68 e ogni sogno sembra possibile. Ricevono un’offerta che non possono rifiutare: una tournée in Estremo Oriente, tra Manila, Hong Kong e Singapore, così, armate di strumenti musicali e voglia di cantare, partono alla volta della fama internazionale, ma si ritrovano in una vera guerra.

Dopo cinquant’anni le Stars raccontano la loro permanenza per tre mesi all’interno delle basi sperdute nella giungla, tra i soldati americani e la musica soul. Emblematiche le parole della regista: “È il 1968 e mentre in Italia i giovani occupano le scuole, rinnegano l’autorità di una famiglia patriarcale, rivoluzionano i costumi governati dalla chiesa e decidono di essere soggetti politici, cinque ragazzine della provincia toscana imparano il soul insieme ai soldati afroamericani in Vietnam. Ancora un altro ’68, tra i tanti, a distanza di cinquant’anni. La sfida è quella di raccontare la Storia con lo sguardo delle protagoniste poco più che adolescenti, riaprendo un capitolo tra i più conflittuali del Novecento con la memoria e la leggerezza di una esperienza incredibile che ha segnato per sempre la loro vita”.