Il talento barocco di Gian Lorenzo Bernini

26 Novembre 2015


Quando si pensa alla Roma barocca, ancor più imponente grazie alle vertigini architettoniche secentesche, è impossibile dimenticare uno degli artisti più talentuosi dell’epoca, Gian Lorenzo Bernini. Architetto, ma soprattutto scultore, sarà proprio lui il protagonista indiscusso della Notte Bernini, in onda sabato 28 novembre. Capace di incarnare nel marmo le concezioni estetiche del proprio tempo, l’artista di origine napoletana ha interpretato con maestria il cortocircuito barocco tra sensualità e teatralità, tormento ed estasi, specie nella rappresentazione delle tematiche sacre.

L’appassionante serata prenderà le mosse da un capitolo controverso dell’esistenza di Bernini, a cavallo tra vita professionale e amicizie private. Stiamo parlando del rapporto tra Bernini e uno dei suoi avversari più celebri, Francesco Borromini. La sfrenata competizione tra i due eccellenti artisti per accaparrarsi gli incarichi più prestigiosi e le committenze più ricche sarà al centro del coinvolgente documentario Bernini e Borromini – I 50 anni che sconvolsero Roma. Un racconto appassionante, dedicato a uno dei rapporti più tormentati e drammatici mai vissuti nella storia dell’arte.

Riportando l’attenzione sull’eccezionalità stilistica dell’architetto e scultore, la puntata di Power of Art dedicata a Bernini ci accompagnerà alla scoperta di alcuni capolavori divenuti leggendari. Guidati da Simon Schama, docente di Storia dell’Arte presso la University of Columbia e critico del New York Times, carpiremo i segreti di un’opera iconica, la famosissima Estasi di Santa Teresa, realizzata da Bernini attorno alla metà del Seicento per la chiesa di Santa Maria della Vittoria a Roma.

La nottata si concluderà con un omaggio allo storico legame tra l’artista barocco e la sua città d’adozione, a partire dal celebre progetto di Bernini per il colonnato di Piazza San Pietro a Roma. L’esclusivo documentario Il colonnato del Bernini testimonierà lo straordinario processo di restauro che ha coinvolto le quasi trecento colonne e le centoquaranta statue erette nella piazza più famosa d’Italia. Un’impresa titanica, svelata grazie a immagini di incredibile suggestione.

Commentate sui social network la speciale serata attraverso l’hashtag #NotteBernini.