Una serata immortale

27 Febbraio 2020


Una intensa serata all’insegna di artisti immortali attende il pubblico di Sky Arte, grazie all’omonima serie condotta da Giorgio Porrà sullo sfondo dei cimiteri che custodiscono le spoglie di personalità passate alla Storia.

Si comincia con due “mostri sacri” del grande schermo, al di là e al di qua dell’oceano, nella cornice di Roma, a Cinecittà. Sono gli anni della Hollywood sul Tevere, anni in cui si conclude la stagione del Neorealismo e inizia quella delle star e dei kolossal. Protagonisti di questo sfavillante circo cinematografico sono due personaggi molto diversi; il primo è Nando Moriconi, simbolo del provincialismo italiano, la seconda è la principessa Anna, ideale inarrivabile di bellezza ed eleganza. Con i film Un Americano a Roma e Vacanze Romane, Alberto Sordi e Audrey Hepburn raccontano il sogno del cinema, di Roma e dell’Italia.

L’episodio successivo punterà lo sguardo su due donne caratterizzate dalla medesima determinazione, anche se impegnate in ambiti del tutto differenti. Donne forti, indipendenti, allergiche ai compromessi. Oriana Fallaci, la giornalista italiana più conosciuta e apprezzata al mondo, è ricordata soprattutto per le sue interviste, realizzate senza alcun timore del potere. Coco Chanel, la stilista di moda più ammirata e copiata di sempre, ha firmato capi d’abbigliamento che hanno fatto epoca. Eroine combattenti, capaci di farsi strada in un mondo che fino ad allora sembrava precluso alle donne.

Sarà poi la volta di Ugo Tognazzi e Piero Manzoni. I due si incrociarono al celebre Bar Jamaica di Milano, il luogo dove nacque quella controcultura che affascinò la gioventù italiana e non solo. Entrambi hanno respirato la leggerezza degli Anni Cinquanta e Sessanta, entrambi sono riusciti a trasformare le proprie provocazioni in arte e hanno fatto della dissacrazione uno strumento per leggere la realtà.

Un nuovo tuffo nel Novecento, definito più volte “il secolo delle donne”, ci porterà al cospetto di Evita Perón, carismatica promotrice di una società a misura di tutti, e Rita Levi Montalcini, profeta della grandezza della mente umana. Icone a cui ciascuno di noi deve molto e che hanno contribuito all’emancipazione femminile.

È tutta al maschile, invece, la storia di un ragazzino esuberante, che lascia l’orfanotrofio portandosi dietro una macchina da stampa, e di un giovane attore scanzonato, che durante la guerra si divertiva a fare l’imitazione di Hitler perdendo l’agognato posto in banca. I due ragazzi sono rispettivamente Angelo Rizzoli e Walter Chiari: un magnate dell’editoria che ha costruito il suo impero con grande dedizione e fiducia nel futuro, e un attore anticonformista che ha conquistato l’industria americana dello spettacolo. I due furono amici, uniti da un ottimismo e una leggerezza ineguagliabili.

La serata si concluderà con Charlie Chaplin ed Ezra Pound. Caposaldo del cinema, Charlie Chaplin fu accusato di essere comunista e quindi nemico della patria d’oltreoceano, mentre Ezra Pound, uno dei più̀ grandi poeti del Novecento, fu processato per propaganda antiamericana e rinchiuso in manicomio. Due destini segnati dal desiderio di essere liberi e coerenti con i propri valori.