L’amore, fra arte e tragedia

29 Marzo 2016


Doppio appuntamento con Artists in Love, la nuova produzione Sky Arts Production Hub, condotta dalla famosa attrice Samantha Morton e dedicata alle storie d’amore più romantiche, controverse e originali nate fra pittori, musicisti, cantanti, ballerini e le loro muse.

Il primo dei due episodi in onda stasera avrà come protagonisti Amedeo Modigliani e Jeanne Hébuterne, una coppia tanto romantica quanto tragica. Incontratisi a Parigi, Modì – in francese maudit, il maledetto – e la giovanissima Jeanne caddero vittime di una passione travolgente, capace di superare gli ostacoli imposti dalla famiglia di lei, ma anche di condurli in una spirale di caos, povertà e ottenebramento, che sarebbe sfociata in una vera e propria tragedia. Pittore dallo stile inimitabile, Modigliani stava varcando le soglie della notorietà artistica, nonostante la dipendenza da alcool e droga e la minaccia della tubercolosi che già incombeva su di lui. Jeanne, a sua volta pittrice dotata di un discreto talento, divenne ben presto la musa di Modì e il soggetto ricorrente dei suoi ritratti, grazie al celebre incarnato di porcellana e ai lunghi capelli castani. Rimasta incinta del secondo figlio, la giovane donna non riuscì a sopportare la drammatica morte dell’amato, ucciso dalla tubercolosi a soli 35 anni, il 24 gennaio 1920. Il giorno successivo, accecata dal dolore e al nono mese di gravidanza, Jeanne si suicidò, siglando la conclusione di una storia straziante e appassionata, che polverizzò i confini tra la vita e l’arte.

La serata si concluderà con una delle coppie più esplosive del secolo scorso: Picasso e Dora Maar. Il primo incontro, avvenuto fra i tavolini di un bistrot parigino, fu fatale. Picasso rimase colpito dalla misteriosa donna con i capelli e gli occhi corvini intenta a giocherellare con un coltello fra le dita, incurante dei rischi. Anche Dora Maar, al tempo Henriette Theodora Markovitch, fotografa e pittrice cresciuta in Argentina ma presto entrata nel gruppo dei surrealisti di Parigi, subì l’incredibile fascino di Picasso, allora impegnato con la bionda e dolce Marie-Thérèse, madre di Maya. I due iniziarono una relazione clandestina, fatta di eccessi e umiliazioni, complice l’indole impulsiva di entrambi. Picasso costrinse Dora a dedicarsi esclusivamente alla pittura, affinché fra loro non ci fosse confronto sul piano artistico, e riuscì a piegarne il carattere volitivo e forte. Dopo nove anni, Picasso lasciò Dora, preferendole la giovanissima Françoise Gilot. Dora Maar cadde in preda a una profonda depressione ed entrò in una clinica psichiatrica, dove ricevette le cure di Jacques Lacan.

Commentate sui social network la speciale serata utilizzando l’hashtag #ArtistsInLove.

[Immagine in apertura: Illustrazioni di Chiara Ghigliazza per Sky Arte HD]