Un viaggio nel tempo, sull’onda del rock

27 Novembre 2015


Sono passati alla storia come l’epoca musicale più fervida del Novecento, accompagnando l’ascesa di gruppi divenuti leggendari. Stiamo parlando dei favolosi anni Settanta, protagonisti della Serata Rock 70s, la travolgente rassegna in onda domenica 29 novembre su Sky Arte HD. Un viaggio alle radici del rock più energico e alla scoperta delle personalità che lo hanno reso memorabile.

Il sipario della serata si alzerà su una delle band più innovative di sempre, i Genesis. Il rock ha letteralmente cambiato volto dopo l’avvento del gruppo britannico che – tra separazioni e riappacificazioni, cambi di stile e influenze – ci ha accompagnato lungo gli ultimi quarantacinque anni. Il docu-film Sum of the Parts riesce appunto nel “miracolo” di radunare i cinque elementi originali, per una lunga chiacchierata sul filo dei ricordi.

A seguire, un altro gruppo leggendario renderà ancora più incandescente la lunga notte intitolata al rock. Sono i Deep Purple, veri e propri mattatori di 40th Anniversary Made in Japan, il documentario realizzato per celebrare il quarantesimo anniversario dell’incredibile live registrato in Giappone nel 1972. Un tuffo nella frenetica carriera della band, senza dimenticare le vicissitudini vissute dai suoi componenti a partire dal 1969, con l’arrivo di Ian Gillan e Roger Glover, protagonisti della formazione “classica” divenuta un pilastro del rock.

Senza abbandonare l’Inghilterra, incontreremo gli instancabili Led Zeppelin, autori di Dazed and Confused, il brano che li ha catapultati di diritto nell’Olimpo del rock. Originalissima reinterpretazione di un pezzo folk di Jake Holmes, l’iconica traccia composta dalla band britannica è il titolo ideale per il documentario di Sonia Anderson. Un faccia a faccia con i membri superstiti degli Zep, invitati a ripercorrere i momenti più importanti di una carriera irripetibile.

Il rock degli anni Settanta non avrebbe potuto esistere senza le imperdibili esperienze dei concerti dal vivo. Jethro Tull: live at the Isle of Wight 1970 ci farà immergere nelle atmosfere oniriche del festival andato n scena durante l’estate del 1970, sulla mitica Isola di Wight. A farci da guida sarà proprio il gruppo capitanato dal carismatico Ian Anderson, tra i protagonisti di una rassegna memorabile. Unendo materiale d’archivio e una recentissima intervista al frontman della band, il documentario ci farà rivivere l’emozione di una performance senza pari.

La nottata si concluderà con un omaggio alla tradizione musicale italiana targata anni Settanta. Mauro Pagani, Paolo Tòfani, Eugenio Finardi, i membri della PFM e tanti altri autorevoli narratori ci racconteranno il rock progressivo italiano in Prog Revolution. Il documentario di Rossana de Michele, diretto da Jacopo Rondinelli, è un eccezionale racconto per immagini di un’epoca in cui sembrava che la musica riuscisse nell’impresa di rendere tutto possibile.

Commentate sui social network la speciale serata attraverso l’hashtag #SerataRock70s.