Street art e sostenibilità

28 novembre 2019


I muri di Torino si trasformano in opere d’arte che guardano al futuro. La città si prepara così al 2030: si schiera in difesa dell’ambiente e diventa ambasciatrice dei 17 global goal delle Nazioni Unite, gli obiettivi previsti dall’Agenda 2030 per lo sviluppo sostenibile approvata nel settembre 2015 dai 193 Paesi dell’Onu.

Lavazza e il comune del capoluogo piemontese hanno promosso il progetto Toward 2030 ‒ What are you doing?, chiamando a raccolta street  artist internazionali e assegnando a ciascuno di loro un obiettivo da raffigurare.

La lotta alla povertà e alla fame, il diritto all’istruzione, la parità di genere e tutti gli altri obiettivi, che il mondo si è impegnato a raggiungere entro i prossimi dieci anni, assumono nella fantasia degli artisti forme e colori diversi, spesso con richiami al mondo animale e vegetale. Grazie all’arte i muri diventano ponti e veicolano messaggi fondamentali per la salvezza del pianeta, come descritto dal documentario 18 murales per la sostenibilità. A Torino Lavazza per il futuro, in onda su Sky Arte venerdì 29 novembre.