Lo sfuggente Jan van Eyck

2 Novembre 2016


Artista la cui esistenza resta ancora un mistero per storici e addetti ai lavori, Jan van Eyck è una delle colonne portanti della pittura fiamminga. Vissuto a cavallo fra il Trecento e il Quattrocento, il pittore fu in grado di padroneggiare una tecnica impeccabile, dando vita a composizioni nella quali luce e colore giocano un ruolo cruciale.

Artista della pittura a olio, stesa ricorrendo a una serie di precise velature, van Eyck prese spunto dalle miniature per sviluppare uno stile attento al dettaglio e alla rappresentazione della realtà. Tra le sue opere più famose, la Crocifissione e il Giudizio Finale, rivelatrici di un modus compositivo unico.

In virtù della loro straordinarietà, le opere di questo artista sfuggente risultano ancora più ambite, soprattutto per quanti vogliono appropriarsene illegalmente. L’episodio della serie I predatori dell’arte perduta in onda giovedì 3 novembre approfondirà le vicende dei capolavori del misterioso Jan van Eyck oggetto “del desiderio” e di alcuni furti.