Leonardo da Vinci e il design

2 Luglio 2019


Un destriero colossale, alto sette metri, è il sogno mai realizzato di Leonardo da Vinci. La storia del monumento equestre per Francesco Sforza, cominciata cinquecento anni fa, continua oggi all’Ippodromo Snai di San Siro, dove dal 1999 troneggia l’imponente statua realizzata, a partire dai disegni di Leonardo, dalla statunitense Leonardo da Vinci’s Horse Foundation.

A cinque secoli dalla morte del genio, l’Ippodromo Snai San Siro celebra la vicissitudini del grande monumento con il Leonardo Horse Project, che riprende l’originale mai esistito di Leonardo grazie a tredici copie messe a punto dai designer contemporanei. E così il maestro si trova a dialogare con la creatività di oggi: fra video-mapping, stampanti 3D e saper fare artigiano, l’opera di Leonardo, interpretata in chiave attuale, assume nuove sfumature di significato.

Il Leonardo Horse Project, oggetto dell’omonimo approfondimento in onda su Sky Arte giovedì 4 luglio, riavvolge il filo della vicenda, descrivendo un iconico luogo di Milano, l’Ippodromo appunto, che con i suoi edifici liberty, il suo parco botanico, la sua ricca storia è l’unico impianto sportivo in Italia ad avere meritato il titolo di monumento nazionale.