Acqua e giardini

3 Dicembre 2019


Elemento naturale tra i più essenziali per lo sviluppo della vita, l’acqua è al centro dell’episodio della serie I pilastri dell’arte in onda su Sky Arte giovedì 5 dicembre. A catalizzare l’attenzione saranno i giardini di Fontainebleau e del palazzo dell’Alhambra.

Nonostante le differenze, non solo geografiche, che li separano, questi due luoghi sono accomunati dalla presenza acquatica, che rende il contesto paesaggistico ancora più suggestivo. Vera e propria culla dei giardini rinascimentali, la foresta di Fontainebleau esercitò sin dal Medioevo una incredibile fascinazione sui sovrani di Francia. Fu Francesco I, nel Cinquecento, a dare nuovo impulso alla residenza reale, trasformandola in un vero e proprio castello e “addomesticando” la natura circostante, creando gli splendidi giardini visitabili oggi e incanalando le molte sorgenti fino a dare origine ai giochi d’acqua che conosciamo.

Bisogna risalire invece all’VIII secolo per trovare le origini del palazzo dell’Alhambra, in Spagna. Fu il sultano arabo Muhammed I a volere la costruzione dell’edificio, mettendo le conoscenze in fatto di idraulica sviluppate da un popolo avvezzo al clima del deserto al servizio di una grande impresa. Fu così che nacque uno dei complessi architettonici più ammirati al mondo, dotato di un sistema idrico ingegnoso, capace di mantenere in vita un giardino straordinario.