Fumetti made in Italy

3 Febbraio 2016


Al confine tra letteratura, disegno e grafica, il genere protagonista della Notte a Fumetti in onda venerdì 5 febbraio su Sky Arte HD è uno dei più seguiti dagli appassionati di tutte le età. Anello di congiunzione tra fantasia e realtà, il filone fumettistico ha trovato in Italia alcuni interpreti eccezionali, che ci faranno da guida nel corso dell’imperdibile serata.

Il viaggio alla scoperta dell’universo a fumetti nostrano comincerà con Magnus – Il segno del viandante, il documentario in prima visione diretto da Giovanni Eccher e intitolato al celebre fumettista bolognese Roberto Raviola, meglio conosciuto con lo pseudonimo di Magnus, scomparso nel 1996. In concomitanza con la commemorazione del ventennale anniversario della sua morte, il film ripercorrerà la vita privata e la carriera di uno dei più grandi autori italiani nel campo del fumetto: dalla gioventù, quando assieme a Max Bunker – al secolo Luciano Secchi – diede vita alla saga di successo Alan Ford  alla maturità artistica e alla serie avventurosa Lo sconosciuto, considerata uno dei suoi migliori lavori; sino agli ultimi anni della sua esistenza, durante i quali si isolò dal mondo per dedicarsi completamente alla realizzazione di un albo speciale di Tex Willer, La valle del terrore.

La serata proseguirà in compagnia di un autore che con il “lato oscuro” di se stesso ha avuto molto a che fare: Tiziano Sclavi. Nessuno siamo perfetti, di Giancarlo Soldi, porterà sullo schermo proprio la vita e i retroscena dello sfuggente creatore di Dylan Dog, nell’anno in cui l’indagatore dell’incubo compie trent’anni di successi editoriali. Presentato al Torino Film Festival nel 2014 e Menzione speciale ai Nastri d’Argento 2015, il film è un viaggio all’interno dell’universo di Sclavi, che per anni ha riempito il nostro quotidiano di storie, racconti, suggestioni, fino alla inaspettata decisione di ritirarsi da tutto e da tutti.

Ancora di un fumetto italiano – pubblicato dalla stessa casa editrice di Dylan Dog – tratterà il documentario Come Tex nessuno mai. Stavolta Soldi ripercorre la lunga, appassionante storia di un personaggio – il ranger Tex Willer – e della famiglia di autori che, albo dopo albo, ha dato il nome a una vera e propria industria creativa. Parliamo naturalmente di Sergio Bonelli e del padre Gianluigi, rispettivamente editore e autore di Tex. Partendo da questo personaggio, scopriremo come Sergio si sia preso cura del sogno creativo del padre, per poi mettersi al timone dei viaggi di fantasia di tanti sceneggiatori e disegnatori ispirati.

Commentate sui social network la serata attraverso l’hashtag #NotteAFumetti.