Settant’anni con Freddie Mercury

2 Settembre 2016

Freddie Mercury, Queen Rock Montreal

Nel 2016 avrebbe festeggiato il suo settantesimo compleanno, probabilmente ancora all’apice della fulgida carriera che l’ha visto protagonista. Scomparso nel 1991, lasciando un vuoto incolmabile nel cuore di milioni di fan, a lui Sky Arte HD dedica Freddie Mercury 70, l’emozionante programmazione in onda lunedì 5 settembre, nel giorno della sua nascita.

La speciale giornata si aprirà con Queen – Rock Montreal, il concerto tenuto dalla band di Mercury nella città canadese il 24 novembre 1981. Il live prenderà avvio con l’incedere marziale di We Will Rock You, per poi passare a Crazy Little Thing Called LoveBohemian Rhapsody, fino al crescendo finale che condurrà a We Are The Champions e all’eclettico arrangiamento dell’inno nazionale britannico.

A proposito di momenti indimenticabili, in Queen – A night at the opera indagheremo i retroscena del famoso album e di alcuni dei più celebri brani della band, a cominciare da Bohemian Rhapsody. Scopriremo, per esempio, che per registrare soltanto questo singolo, il gruppo impiegò tre settimane di lavoro: lo stesso tempo utilizzato in media, all’epoca, per incidere un intero disco. Gli sforzi dei Queen furono premiati immediatamente da pubblico e critica, che accolsero la pubblicazione dell’album – il 21 novembre del 1975 – come un punto di svolta, per la carriera del gruppo e per la musica rock in genere.

È tutto un altro clima quello che si respira nel live andato in scena quasi vent’anni più tardi. Perché sono ancora emotivamente scossi i musicisti che salgono sul palco del Wembley Stadium nel 1992 per il Freddie Mercury Tribute: a un anno dalla scomparsa del loro frontman, gli altri membri della band – compreso il bassista John Deacon, poi quasi totalmente scomparso dalla scena internazionale – e tantissimi artisti altrettanto leggendari, dai Metallica a David Bowie, si riuniscono per un ultimo tributo a un artista dalle doti canore e performative tuttora insuperate.

Ed è proprio la musica che ha reso Freddie Mercury immortale, portando i Queen a essere un fenomeno acclamato a tutte le latitudini, ben oltre qualsiasi frontiera linguistica e culturale. Lo testimonia Hungarian Rhapsody, che ci farà assistere al concerto live in Budapest, tenuto dalla band al Népstadion.

A seguire, Queen – Live at the Rainbow ci catapulterà in un contesto geografico ancora una volta differente, facendoci immergere nelle atmosfere del concerto registrato al leggendario Rainbow Theatre di Londra nel 1974, quando la rock band capitanata da Mercury segnò il tutto esaurito per tre serate consecutive.

Ci ritroveremo poi in prima fila per il memorabile Queen – Live at Wembley; alle nostre spalle, circa mezzo milione di fan dei Queen accompagnano l’incredibile esibizione di Freddie Mercury e compagni.
L’ha detto lo stesso chitarrista Brian May: “I concerti di Wembley hanno segnato il nostro massimo picco. Freddie aveva ormai sviluppato quel suo modo incredibile di coinvolgere un pubblico così esteso, come quello dei concerti negli stadi. E poi, tornare a Londra e registrare il tutto esaurito per due date di fila è stato magnifico!”.

Sarà poi la volta dell’episodio di Rock Legends intitolato ai Queen. La serie che rivela i segreti dei divi della musica ci guiderà in un viaggio appassionato, costruito una tappa alla volta grazie alle testimonianze dei protagonisti e all’uso di eccezionali materiali d’archivio. Tra interviste, schegge di concerti e videoclip, un omaggio a una band straordinaria e al suo indimenticabile leader.

Commentate sui social network la speciale giornata attraverso l’hashtag #FreddieMercury70.