La musica di Ivan Graziani

5 Dicembre 2017


Sono molti gli album che hanno segnato la storia della musica italiana. La serie 33 giri – Italian Masters, in onda su Sky Arte HD, va alla scoperta dei segreti di alcuni dischi indimenticabili firmati da artisti come Lucio Dalla, Franco Battiato o Fabrizio De André, attraverso un racconto che ruota intorno a un elemento chiave: la riapertura delle bobine con i nastri originali delle canzoni.

Perciò tutto inizia proprio davanti al mixer di uno degli storici studi di registrazione dove questi album sono stati realizzati (come le Officine Meccaniche di Milano o Fonoprint di Bologna), fornendo l’imperdibile occasione di ascoltare quei brani come mai è stato possibile prima. Attraverso i ricordi e gli aneddoti dei protagonisti che hanno contribuito al successo dell’album (musicisti, produttori, discografici) e gli interventi di artisti che da quell’album hanno tratto ispirazione per la propria carriera, si intraprende quindi un viaggio affascinante all’interno della musica.

Il terzo episodio, in onda mercoledì 6 dicembre, alzerà il sipario su uno dei dischi più celebri di Ivan Graziani, Pigro. Le voci del figlio Filippo, anch’egli cantautore, e quelle di Federico Poggipollini, chitarrista di Ligabue, accompagneranno le note dell’album, mescolate ai ricordi delle persone vicine all’artista abruzzese scomparso nel 1997.

Sullo sfondo dello studio milanese “Il Cortile”, Walter Calloni, batterista di Graziani e membro, insieme a quest’ultimo, del gruppo ribattezzato “I ragazzi del mulino”, approfondirà le ritmiche e i passaggi dei brani Pigro e Monnalisa, mentre la voce di Graziani emergerà non solo dai testi, ma anche dagli intervalli fra le tracce. Non mancheranno i ricordi della moglie Anna, coinvolta nella scrittura della canzoni, e dei colleghi Mara Maionchi e Stefano Senardi.

Commentate sui social network la speciale serata attraverso l’hashtag #33GiriSkyArte.