Storia di una città sospesa nel tempo

5 Gennaio 2016


A Pompei il tempo si è fermato a un pomeriggio d’autunno di quasi duemila anni fa. Correva l’anno 79, quando la più devastante eruzione del Vesuvio a memoria d’uomo investì la città romana, seppellendo ogni traccia del passaggio umano sotto una coltre terribile di ceneri e lapilli. Da allora, Pompei non ha smesso di affascinare viaggiatori e turisti, monumento sublime – nel senso romantico della parola – alla forza della Natura e al suo potere sulla nostra stessa storia.

S’intitola giustamente Pompei Eternal Emotion il cortometraggio di Pappi Corsicato che, trasmesso in prima visione alle 21, introduce la Notte a Pompei di Sky Arte HD. Nato come video promozionale per conto della Regione Campania, il breve film si è rivelato presto un capolavoro capace di concorrere in diversi festival internazionali.
Come la stessa Pompei è capace di fermare la Storia nella tragica immobilità dei suoi reperti, così il corto condensa in appena 10 minuti tutto il fascino seduttivo della città ferma nel tempo, che paradossalmente proprio per questo ha continuato a vivere, fino ai nostri giorni e oltre.

Ma cosa accadde, precisamente, in quel giorno del 79 d.C.? A rispondere sarà il documentario Pompei – La città sospesa nel tempo, con perizia scientifica. Non aspettatevi la classica lezione di archeologia, quanto piuttosto una vera e propria investigazione… condotta sui calchi delle vittime stesse dell’eruzione, sorprese nelle loro attività quotidiane da quella cenere incandescente che ne riporterà fedelmente le forme. Grazie a questo evento portentoso, ricostruiremo profili e identità di coloro che il vulcano condannò all’immobilità eterna.

A chiudere la nostra Notte, la puntata della serie Sette Meraviglie dedicata a questo straordinario patrimonio archeologico, giustamente iscritto nella lista dei Patrimoni UNESCO. Dopo aver approfondito ogni dettaglio della città antica, suggestive riprese aeree ce ne mostreranno una panoramica mozzafiato. Salvo poi addentrarsi nelle domus, tra sale finemente affrescate e alcove segrete, alla scoperta della dimensione pubblica e quella privata di una civiltà raffinatissima, colta all’apice del proprio splendore.

Commentate sui social network la serata a tema attraverso l’hashtag #NotteAPompei.