L’ispirazione secondo Nora Ephron

6 Maggio 2016


Tutto è ispirazione, recita il titolo del documentario – in onda su Sky Arte HD venerdì 6 maggio – dedicato alla scrittrice, sceneggiatrice e regista Nora Ephron. E, per lei almeno, niente c’era di più vero: dai suoi superiori all’Esquire e al New York Times, fino ai parenti più prossimi, come figli e mariti, la sua penna non ha mai risparmiato niente e nessuno.

Convinta che “gli scrittori sono cannibali”, almeno in senso metaforico, Nora Ephron ha sempre puntato a raccontare le storie migliori e più interessanti, senza che il suo stesso coinvolgimento nei fatti potesse distoglierla dall’obiettivo. È cosa nota, per esempio, che la sceneggiatura del film Heartburn – Affari di cuore (interpretato tra gli altri da Jack Nicholson e Meryl Streep) riprenda in larga misura il fallimento del matrimonio della Ephron con il giornalista Carl Bernstein.

Sarà quindi per tradizione familiare che uno dei due figli nati proprio da quella relazione – Jacob Bernstein – firmi il lungometraggio in prima visione, prodotto dalla HBO. Emerge un ritratto intimo dell’autrice, un racconto corale cui prendono parte alcune delle persone più vicine alla protagonista del documentario: le tre sorelle Delia, Amy e Hally; altri scrittori del calibro di Gay Talese; colleghi dell’industria cinematografica americana, da Tom Hanks a Steven Spielberg, fino a Meg Ryan.

Oltre a essere stata una delle maggiori voci letterarie statunitensi, Nora Ephron ha raggiunto il successo mondiale come sceneggiatrice di alcune celebri commedie, a cominciare dal caposaldo Harry ti presento Sally, del 1989. Debuttò anche alla regia, nel 1992 con This Is My Life, cui fece seguito il grande successo di Insonnia d’amore.