I cattivi ragazzi del cinema

5 Agosto 2016


Vulcanici, creativi e allergici alle convenzioni. Talenti artistici ineguagliabili, sono passati alla storia per il loro fascino e per l’innata capacità di lasciare il segno del proprio passaggio, senza temere giudizi e critiche, ma affermando con energia le proprie ragioni. Sono i Bad Boys protagonisti dello speciale in onda su Sky Arte HD domenica 7 agosto.

Marlon Brando – La Leggenda spetta il compito di inaugurare la serata. Nell’omonimo documentario, ripercorreremo vita e carriera dell’interprete americano, a partire da quell’estate del 1943 in cui giunse a New York appena diciannovenne. Aveva qualche dollaro in tasca, era vestito in jeans e maglietta, eppure qualcosa lo rendeva diverso da qualunque altro ragazzo squattrinato in giro per la Grande Mela. Marlon Brando aveva un sogno: diventare il più grande attore al mondo. Grazie alla sua determinazione, ci sarebbe riuscito nell’arco di appena dieci anni, con una serie di pellicole – come Un tram che si chiama desiderioIl selvaggio e Fronte del porto – che gli fecero scalare le vette della fama internazionale.

La serata proseguirà in compagnia di un altro “bello e dannato” per antonomasia. Alain Delon – Il lato oscuro di una star ci farà incontrare il volto più attraente del cinema francese, conosciuto per il suo straordinario talento e per la fama di attore “difficile”. Costretto a fare i conti, fin dalla prima giovinezza, con situazioni economiche avverse, Alain Delon ha sfruttato al meglio l’innata passione per il cinema, raggiungendo la celebrità grazie a impegno e dedizione. Dotato di una bellezza magnetica, a tratti glaciale, Delon ha conquistato il pubblico di ogni latitudine, prestando il volto a una galleria di personaggi dal fascino tormentato, al confine tra genere noir e poliziesco. Diretto da registi del calibro di Antonioni, Visconti, Melville e Godard, l’attore divenne ben presto un’icona del cinema, conservando ancora oggi tutto il suo eccezionale appeal.

L’episodio della serie Vite da star intitolato a Steve McQueen ci porterà al cospetto di uno degli attori che hanno dominato la scena cinematografica degli anni Sessanta e Settanta del Novecento. Famoso per il suo atteggiamento spregiudicato e decisamente anti-eroico, McQueen fu capace di infondere ai propri personaggi un pizzico della sfrontatezza che lo caratterizzava, dando vita a un’infilata di volti passati alla storia – dal cowboy de I magnifici sette all’audace capitano Virgil Hilts protagonista de La grande fuga. Senza dimenticare il controverso Le 24 Ore di Le Mans, dove la passione di McQueen per le corse trovò un parallelismo immediato nella fiction.

La serata si concluderà con Warren Beatty – Hollywood Playboy, un’immersione nella storia e nella carriera di uno dei più grandi interpreti americani del secolo scorso. Attore, produttore e sceneggiatore, Beatty ha ricevuto quattro nomination all’Oscar per il suo talento recitativo, aggiudicandosi poi l’ambito riconoscimento come miglior regista con il film Reds nel 1982. Perfezionista e ambizioso sul piano professionale, l’attore si è presto affermato come una delle personalità più affascinanti dello star system d’oltreoceano, collezionando una miriade di liaison vere e presunte. Una figura complessa e intrigante, al limite fra il mito della vecchia Hollywood e la generazione di artisti che ha contribuito a scrivere la storia del cinema del secondo Novecento.

Commentate sui social network la speciale serata attraverso l’hashtag #Ribelli.