Il ritorno di Dago in the Sky

6 marzo 2019


Giovedì 7 marzo, Dago in the Sky torna a stupire il pubblico di Sky Arte con la quarta stagione di una serie “fuori canone”, co-produzione di Sky Arte con Intesa Sanpaolo, che guarda alle estetiche di internet e dei new media come emblema dell’ibridazione comunicativa dell’epoca presente.

Roberto D’Agostino e la coautrice Anna Cerofolini hanno preso in prestito, come motto, la frase del poeta beat statunitense John Giorno, “You got to burn to shine”: per padroneggiare il funambolismo della rivoluzione digitale occorre bruciare la sintassi e la narrazione televisiva di ieri per sostituirle, attraverso un gioco di rimandi e connessioni, con la ridefinizione di una nuova estetica.

Se nelle passate edizioni c’era il racconto squadrato alla Mondrian, adesso l’immagine si scioglie in un caleidoscopio barocco, che non teme di aprire finestre sul futuro. Il primo episodio, intitolato L’arte del gioco, focalizza lo sguardo su un passatempo solo in apparenza infantile. Forma d’arte nuova, che vive proprio dove l’arte incontra la tecnologia e il design, i videogiochi appassionano adulti e bambini, traendo dai new media numerosi spunti. Gianluca Marziani, Jaime D’Alessandro e Federico Ercole discuteranno con Dago di questi temi.


Se clicchi OK acconsenti all'uso da parte di Sky dei cookie tecnici, analitici, di profilazione di prima e terza parte, che sono usati per capire i contenuti che ti interessano e inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più sui cookie e decidere se acconsentire oppure no a tutti o ad alcuni cookie, leggi qui la nostra Cookie Policy. Per leggere l'Informativa Privacy clicca qui

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close