Eugenio Barba, la vita a teatro

6 Aprile 2016


Sarà una nottata speciale quella che, venerdì 8 aprile, Sky Arte HD dedicherà a un indiscusso protagonista del teatro contemporaneo. Intellettuale fra i più apprezzati, nell’intervista omonima Eugenio Barba ripercorrerà insieme al pubblico le tappe della propria carriera come regista e rivoluzionario sperimentatore della drammaturgia, evocando un percorso affascinante e coraggioso.

Nato a Brindisi nel 1936, in gioventù Barba si spostò a Oslo, dove conseguì la laurea, per poi partire alla volta delle Polonia e dell’India, in un viaggio determinante per la sua intera esistenza. Giunto a Varsavia nel 1961 per studiare regia, Barba conobbe il leggendario Jerzy Grotowski e decise di unirsi alla sua compagnia per tre anni. Dopo aver esplorato le tradizioni teatrali indiane, l’aspirante regista fece ritorno a Oslo e, nel 1964, fondò l’Odin Teatret, una forma di teatro a forte impronta sociale, che individua nel momento performativo un’occasione di dialogo e nel baratto un’opportunità di scambio consapevole. Trasferitosi a Holstebro nel 1966, l’Odin Teatret conserva ancora oggi in Danimarca il suo quartier generale, mantenendo un ruolo di primo piano nella storia del teatro.

L’esclusiva intervista introdurrà gli spettatori alla visione de Il paese dove gli alberi volano, il documentario diretto da Davide Barletti e Jacopo Quadri e incentrato sulla storia dell’Odin Teatret. La pellicola seguirà Eugenio Barba nella preparazione di un grande spettacolo collettivo per omaggiare una compagnia capace di far fronte allo scorrere del tempo con la stessa energia degli esordi. Una vera e propria festa, che si snoda per le vie di Holstebro, trasformata negli anni dal regista in un centro di sperimentazione teatrale conosciuto in tutto il mondo. Danze, maschere e suggestioni tribali si mescolano in una grande performance che non conosce limiti geografici e culturali, spronando i partecipanti a mettersi in gioco.