Nella rete di Internet

7 Giugno 2016


Non sono trascorsi neppure trent’anni dal 1989, eppure quell’anno è già entrato nella Storia recente. Mentre il mondo assisteva alla caduta del Muro di Berlino, Tim Berners-Lee inventava la Rete, il Web, Internet. Nel 1989, finiva un’epoca e ne iniziava un’altra. Fantastica e sconcertante. Una tempesta di clic, di siti, di fotogrammi destinati a entrare nel nostro immaginario visivo.

Dago in the Sky, la nuova serie a puntate trasmessa da Sky Arte HD, tenterà di descrivere un’epoca convulsa, in un viaggio tra la fine del Medioevo analogico e il nuovo Rinascimento digitale, fra informazione, curiosità, cultura, tecnologia e belle arti.

Il secondo episodio – dal titolo Infernet o Paradiso? – in onda mercoledì 8 giugno, punterà l’attenzione su un argomento che, fin dai suoi esordi, divide le opinioni. Ritenuto da molti il miglior strumento per cambiare il mondo, secondo numerosi intellettuali del Novecento Internet è piuttosto un “infernet”, un inferno, come tuonò Umberto Eco, un mezzo che dà “diritto di parola a legioni di imbecilli che prima parlavano al bar dopo un bicchiere di vino e ora hanno lo stesso diritto di parola dei Premi Nobel”.

Non solo. La rivoluzione digitale ha avuto un deciso effetto sulle arti visive – dal design alla moda, dal rock alla pittura. Davvero con Internet, la Storia, con la esse maiuscola, è finita? O magari l’energia creativa della nostra epoca si sta riversando dalle belle arti nella nuova tecnologia? Gli interventi di Silvia Ronchey, Gianni Canova, Francesco Bonami e Fabiana Giacomotti forniranno una serie di spunti utili a dare risposta a domande nettamente attuali.

Commentate sui social network la speciale serata utilizzando l’hashtag #DagoInTheSky.