Quanto sei bella, Roma!

3 Agosto 2015

Michelangelo Merisi da Caravaggio, Storie di San Matteo, San Luigi dei Francesi, Roma

Il Barocco parte da Roma e lì conosce la sua massima espressione, a dispetto del successivo diffondersi in tutta Europa delle sue suggestioni. La presenza nella Città Eterna dei maggiori geni del secolo ne cambia il volto, rendendola un immenso teatro a cielo aperto: capace di ammaliare e stupire, offrendo scorci prospettici e decorazioni fastose a ogni svolta del più umile vicolo. Se il Barocco è teatrale per vocazione, Roma nel Seicento diventa un susseguirsi di scenografie per mettere in scena la potenza – innanzitutto spirituale – della Chiesa.

La Notte a Roma, in programma su Sky Arte HD il prossimo martedì, ha inizio con il pittore che più di ogni altro ha influenzato le rappresentazioni della sua epoca: protagonista di Capolavori Svelati, la serie che vede Greta Scacchi raccontare le più importanti opere d’arte di sempre, sono le Storie di San Matteo dipinte da Caravaggio per la chiesa romana di San Luigi dei Francesi. Un’impresa magnifica quella del Merisi, capace di sconvolgere i suoi contemporanei; emozionare le generazioni future.

Altro primato sulla scena artistica romana, stavolta nell’architettura, è detenuto da Gian Lorenzo Bernini. Ma è un’autorevolezza, la sua presso i prestigiosi committenti del papato, che sconfina a volte nell’esercizio della stessa a danno di altri talenti. Tanti gli avversari che tentano di offuscarne l’estro, in una sfrenata competizione per accaparrarsi gli incarichi maggiori. Ci getteremo anche noi nella mischia con Bernini e Borromini – i 50 anni che sconvolsero Roma, documentario che racconta la verità su uno tra i rapporti più tormentati e drammatici mai vissuti nella storia dell’arte.

Il nostro viaggio si conclude nel cuore stesso di Roma, in quella Piazza San Pietro che Il colonnato del Bernini abbraccia, nemmeno troppo simbolicamente. Il documentario esclusivo in chiusura di serata testimonia lo straordinario processo di restauro che ha coinvolto le quasi trecento colonne e le centoquaranta statue erette nella piazza più famosa d’Italia. Un’impresa titanica, svelata grazie a immagini di incredibile suggestione.

Commentate sui social network la serata utilizzando l’hashtag #NotteARoma.