A scuola di musica. In cattedra Brian Eno

2 luglio 2013


New York: la città delle infinite possibilità. Un edificio nel cuore della Grande Mela, ridefinito dalla creatività di Jeffrey Inaba, eclettico architetto, e dal curatore Ken Farmer. Una severissima selezione, con quattromila pretendenti passati al vaglio prima di scegliere i sessanta allievi della più prestigiosa ed esclusiva scuola di musica al mondo. Le telecamere di Sky Arte HD entrano nelle aule della Red Bull Music Academy.

Quindicesima edizione per il progetto che mette a confronto i talenti di domani con artisti di fama internazionale, nella creazione di uno show che incanta le platee degli Stati Uniti. L’idea è quella dell’imparare facendo: non un reality, allora, ma la costruzione minuziosa di un complesso e articolato spettacolo musicale, con i giovani protagonisti che evolvono il proprio linguaggio artistico un passo alla volta, dialogando con i big della scena mondiale.

Brian Eno e Four Tet, ma anche Philip Glass: sono molte le star della musica che hanno offerto la loro esperienza, reinventandosi in veste di docenti nel corso delle premiate “lectures” dell’Academy. Oltre duecento i professionisti che hanno raggiunto gli allievi per jam session e concerti, in uno stimolante scambio di esperienze ed idee, condividendo l’energia della dimensione live, condizione che più di ogni altra esalta le specificità di ogni artista.

A raccontare questa eccezionale avventura è Davide Bortot, tra gli organizzatori dell’evento, ma anche Jolly Mare, al secolo Fabrizio Faberismi. Il cantautore pugliese è uno dei due italiani ammessi all’Academy, protagonista di una proficua collaborazione con Stephen “Thundercat” Bruner, apprezzato producer dei Flying Lotus e per dieci anni bassista della storica band punk-metal dei Suicidal Tendencies.

La curiosità – Si tratta della prima volta a New York per la Red Bull Music Academy, progetto itinerante che nei suoi primi quindici anni di vita ha toccato diverse città del mondo. Unite dal filo della musica. Tutto è cominciato a Berlino, sede delle prime due edizioni, poi la carovana ha toccato Dublino, Seattle, Londra, Madrid, Barcellona e… Roma, località selezionata nel 2004.