Relax rinascimentale nei Colli Euganei

9 aprile 2013


La pace di un paesaggio lussureggiante, con il profilo morbido delle colline trapuntato di rigogliosi filari di cabernet e merlot; il nido felice e generoso di una raffinata élite economica e culturale, che nel corso dei secoli ha portato grandi maestri dell’arte a costellare di ulteriori magnifici gioielli un panorama già fortunato. Un contesto unico quello dei Colli Euganei, al pari della marca trevigiana e delle altre zone rurali del Veneto terra di ottimi vini e splendide dimore storiche.

Le telecamere di Sky Arte HD proseguono il proprio Grand Tour a Villa dei Vescovi, gemma a pochi chilometri da Padova; continua il viaggio alla scoperta dei beni architettonici e paesaggistici salvaguardati dall’attenta e preziosa azione del FAI. A guidare lo sguardo alla scoperta di eccezionali tesori nascosti è il giovane fotografo Guido Taroni, chiamato a comporre un book che esalti nell’immediatezza dell’immagine il carattere inimitabile del territorio italiano.

Incanta la purezza formale di una villa capace di esemplificare, nell’armonia del costruito, le più alte teorie intellettuali del Rinascimento: risale al XVI secolo, infatti, la costruzione di un luogo che ha visto all’opera nomi di assoluto spessore. Partendo dal fiammingo Lambert Sustris, autore di buona parte dei superbi affreschi, e arrivando a Giulio Romano: con il celeberrimo pittore impegnato in veste di architetto e progettista.

A imporre il proprio gusto il vescovo padovano Francesco Pisani, autentico uomo del suo tempo: intellettuale colto e generoso, amico di artisti e letterati. Il suo senso dello stile pervade, a distanza di secoli, l’atmosfera della villa: al punto che Taroni non può esimersi, nella sua missione di reporter a servizio della bellezza, di omaggiarne il ricordo. Servirà la complicità dell’archivio di costumi del Teatro Franco Parenti, però, per riportare il Vescovo… a casa!