Rembrandt, dai grandi musei al piccolo schermo

15 Maggio 2015

Rijksmuseum, Amsterdam

Da una tenebrosa ambientazione, emergono figure e volti che, come scriveva lo storico dell’arte Ernst H. Gombrich, solo gli occhi sagaci e attenti dell’artista paiono riuscire a svelare; neppure i secoli – e il relativo scurimento dei colori a olio – hanno potuto nulla contro le capacità d’indagine del più grande pittore olandese del Seicento, Rembrandt. A lui, all’incredibile espressività che la sua arte continua a dimostrare ai nostri giorni, è dedicato il sabato sera di Sky Arte HD.

Dalla National Gallery di Londra e dal Rijkmuseum di Amsterdam prende il via un viaggio alla scoperta del protagonista assoluto del secolo d’oro olandese. Il documentario Rembrandt – Dalla National Gallery di Londra e dal Rijksmuseum Amsterdam, trasmesso in prima visione alle 21:10 del 16 maggio, racconta infatti la mostra Rembrandt: The Late Works, ospitata nelle due prestigiose sedi museali.
Il film, con la voce narrante del pluripremiato attore Robert Lindsay, approfondisce l’ultimo periodo della carriera artistica di Rembrandt attraverso interviste con la curatrice della mostra Betsy Wieseman e con Jonathan Bikker, curatore della ricerca presso il Rijksmuseum. Un’esplorazione, quella presentata in mostra, condotta tra la serie di autoritratti e gli eccezionali chiaro scuri de La Lapidazione di Santo Stefano, La Ronda di Notte, La Sposa Ebrea, che il documentario arricchisce con la narrazione della vita dell’artista e il dietro le quinte della stessa esposizione.

A un’opera di Rembrandt in particolare è dedicato poi lo speciale in seconda serata: il dipinto in cui un inquieto, modernissimo personaggio della Roma antica, Giulio Civile, viene omaggiato dal pennello di uno tra i più grandi pittori di sempre. Siamo alla metà del XVII secolo quando Rembrandt viene chiamato da un committente a traslare su tela il racconto di Tacito, magnifico cronista dell’antichità, recuperando la tragica vicenda di Civile, orgoglioso re della popolazione barbarica dei Batavi. Tormentata la storia del quadro, al pari di quella del soggetto che rappresenta: è, questo, il binomio al centro della puntata di Power of Art.

La nostra Rembrandt Night si conclude con un approfondimento sulle tecniche usate e i piccoli trucchi del mestiere, le curiosità e innovazioni legate al nome di Rembrandt e che hanno fatto epoca. La vita nascosta dei capolavori indaga in questa puntata i due versanti artistici in cui l’olandese si è dimostrato maestro: la pittura ad olio, la cui padronanza da parte di Rembrandt è forse tuttora insuperata, e il campo della grafica, dove ha dato prova di una perizia e precisione che lo collocano tra i migliori di tutti i tempi.

Commentate con noi la serata sui social network attraverso l’hashtag #RembrandtNight.