Casa Manzoni, porte aperte alla Storia

26 Ottobre 2015


Una delle più preziose dimore meneghine ha finalmente riaperto i battenti. È la Casa del Manzoni, in via Gerolamo Morone 1, a Milano. Qui il celeberrimo autore de I Promessi Sposi visse – con le mogli Enrichetta Blondel e Teresa Stampa e i nove figli – dal 1813 fino alla sua morte, avvenuta 230 anni fa. Sky Arte HD dedica la serata di domani al prezioso gioiello architettonico con Casa Manzoni – Riprende vita la storica dimora, il documentario sul passato e il presente di un edificio entrato di diritto nella tradizione letteraria.

Già sede del Museo Manzoniano, l’abitazione rinnova la propria offerta culturale, aprendo nuovamente alla città il ricco patrimonio custodito tra le sue mura. Le prime edizioni de I Promessi Sposi, il pennino con cui furono scritti capolavori lirici come Marzo 1821 e l’Adelchi, i ritratti di famiglia sono solo alcuni degli inestimabili cimeli conservati tra le storiche mura, a testimonianza della leggendaria opera di Alessandro Manzoni.

Restaurata e riqualificata grazie alla collaborazione tra Intesa Sanpaolo e la Fondazione Centro Nazionale Studi Manzoniani, la Casa è rinata sia dal punto di vista architettonico – sulla base dei progetti dello Studio De Lucchi – sia di quello museale, recuperando tutta la sua valenza storica e simbolica.

Opere d’arte, arredi e volumi sono stati ricollocati lungo un percorso suddiviso in aree tematiche: l’immagine di Manzoni e della sua famiglia, la cerchia degli amici, i luoghi dello scrittore, l’iconografia del suo illustre romanzo e le biblioteche. Un capitolo essenziale della letteratura italiana finalmente tornato alla vita.