Roy Paci e la musica elettronica

27 Aprile 2015

Roy-Paci-L-Train-Studio-XXXV-Live

Un tempo, la musica si ascoltava e, se proprio si era fortunati, la si guardava anche durante un concerto. L’avvento della televisione ha cambiato le carte in tavola e per i musicisti si è aperta l’era dei videoclip e delle sessioni live davanti alle telecamere. In quanto a influenza sulla scena musicale, abbiamo ormai compreso che il web non è stato da meno.

È stata Sky Arte HD, però, a unire televisione e internet per creare il primo format crossmediale, in collaborazione con la startup innovativa XXXV. Nasce così l’originale Studio XXXV Live, serie che partirà mercoledì 29 aprile e che consiste in 10 “secret concert” registrati da altrettanti artisti della scena indipendente italiana presso lo storico Teatro 16 di Cinecittà.
Già da questo lunedì possiamo gustare una video-anteprima – online, a ribadire appunto l’abbattimento dei confini tra i vari canali mediatici – della live session che inaugura questo nuovo appuntamento con la musica italiana.

Protagonista di questa settimana è L-Train, sigla dietro la quale si celano due siciliani doc già più che affermati a livello nazionale e non soltanto. L-Train (Roy Paci Vs John Lui), infatti, è uno dei nuovi progetti elettronici di Roy Paci, trombettista e compositore che nel corso della sua carriera ha spaziato dallo ska allo swing, senza dimenticare le sue origini mediterranee e I ritmi altrettanto “calienti” della musica caraibica e sudamericana.
Con L-Train, la tromba di Roy Paci incontra per la prima volta le casse techno di un altro produttore siciliano, John Lui. Per un programma che non conosce limiti alla sua diffusione, non poteva esserci migliore esordio di un progetto musicale dove gli stessi suoni non hanno confini tecnologici o stilistici.